meditazioni

Quando tutto era finito. Lasciarsi sorprendere nel tempo della crisi

Seconda domenica

del tempo ordinario anno C

20 gennaio 2019

Gv 2,1-11

 

«Dove trova una strada, là [il Signore] cammina»

Girolamo, Omelie sui Salmi

 

giotto_-_scrovegni_-_-24-_-_marriage_at_canaDio si presenta come sposo dell’umanità

Da diversi anni, come sacerdote, ho avuto la possibilità di accompagnare coppie di fidanzati al matrimonio o gruppi di spiritualità coniugale. Sono sempre rimasto ammirato dal coraggio della loro scelta e mi hanno aiutato a rileggere in modo nuovo quelle numerose pagine della Bibbia in cui Dio si presenta come lo sposo dell’umanità.

Trovo coraggioso giocarsi la vita sulla parola di un altro, un altro che può cambiare, che può tradire, che può morire o decidere di andarsene. Trovo coraggiosa questa rinuncia all’integrità del proprio spazio, lasciando che un altro ti espropri continuamente dalle tue ragioni. Ho imparato che la vita coniugale è un continuo essere tirati fuori dalla tentazione di pensare solo a se stessi. C’è sempre un altro che ti ricorda continuamente che non ci sei solo tu. Ed ho capito, finalmente, che Dio mi ama così, come uno sposo.

Per continuare a leggere clicca qui.

 

PS: da questa domenica le meditazioni si trovano su un’apposita app della Congregazione per il Clero: Clerus-App.

6 commenti

  1. A proposito di :” Per continuare a leggere clicca qui ”
    Il carattere grafico è piccolo ed è difficoltoso la lettura.
    Come pure nel : ” Rispondi ”
    Spero che si possa ingrandirlo.

  2. Mi mancano affetto e riconoscimento, chiedo allo Spirito l’intelligenza necessaria per accorgermi che Gesù continuamente riempie questa mancanza. Grazie

  3. A proposito di Autocefalia Da Wikipedia leggo e trascrivo : Voce da controllare,
    non cita le fonti necessarie…
    Perchè non c’è un team di dotti che si dedicano alle opportune correzioni ?!
    In attesa sempre di un nuovo carattere grafico e poter così leggere questa
    nuova meditazione senza sforzi.
    Grazie

  4. Mi spiace proprio aver perso le tue immagini insolite, colte e argute del precedente sito…..tutto è diventato più formale, clericale e triste!
    Grazie comunque per il tuo pensiero che tiene desta la nostra mente e il nostro cuore

Rispondi a Lidia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: