Fede e incredulità

«D’altronde, la fede che non si espone costantemente alla possibilità dell’incredulità non è neppure una fede, ma una comodità e una convenzione stipulata con se medesimo di attenersi in futuro al dogma, come a una qualunque tradizione», M. Heidegger, Introduzione alla metafisica.

Continua a leggere