Non ti riconosco più! Genitori tra ricatti e desideri

Meditazione per la festa della Sacra famiglia (anno B) 31 dicembre 2017   La Lumachella de la Vanagloria, ch’era strisciata sopra un obbelisco, guardò la bava e disse: – Già capisco che lascerò un’impronta ne la Storia. Trilussa Ciascuno di noi avverte l’esigenza più o meno forte di lasciare un segno nella storia. Vorremmo che…

Continua a leggere

Contemplare il Natale

Fragile germoglio   Le parole cadono silenziose una dopo l’altra senza interruzione, senza scomporsi nell’inutile finzione di speranze vane, ma preziose.   Le cose, i giorni e i cuori, tutto avvolge la tenebra padrona. Le paure giunte le fan corona E neppur l’angoscia se ne tiene fuori.   Dove non vedo, il cuore sente, fragile…

Continua a leggere

Futuro presente. Le promesse che mandano avanti la vita

Meditazione per la IV domenica di Avvento 24 dicembre 2017   Osserva, uomo, che cosa è diventato per te Dio: sappi accogliere l’insegnamento di tanta umiltà, anche in un maestro che ancora non parla. Sant’Agostino   La parola ‘promettere’ vuol dire mandare avanti. E la promessa è il modo in cui mandiamo avanti la nostra…

Continua a leggere

La solitudine del punto interrogativo. Sopravvivi se non (ti) fai domande (?)

Meditazione per la III domenica di Avvento anno B 17 dicembre 2017   C’era una volta un punto interrogativo, un grande curiosone con un solo ricciolone, che faceva domande a tutte le persone, e se la risposta non era quella giusta sventolava il suo ricciolo come una frusta […] Da G. Rodari, Il punto interrogativo)…

Continua a leggere

Punto e a capo. Iniziare un nuovo periodo (della vita)

Meditazione per la II Domenica di Avvento anno B 10 dicembre 2017   «Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce». E. Hemingway, Il vecchio e il mare, incipit   Ogni cammino ha bisogno di un inizio.…

Continua a leggere

Quel participio passato a cui è appeso il senso della vita

Meditazione per la Prima Domenica di Avvento (anno B) 3 dicembre 2017 Mc 13,33-37   «L’uomo è un cavo teso tra la bestia e l’oltreuomo», Nietzsche   Qual è la differenza tra un santo e un peccatore? – chiedeva talvolta Anthony De Mello. E, sorridendo, rispondeva: nessuna! Sono peccatori entrambi, solo che il santo lo…

Continua a leggere